Risoluzione video 4K: cosa significa?

La risoluzione video 4K è un video ad alta definizione (HD) che ha una risoluzione quattro volte superiore a quella dei video HD 1080p. Esistono due risoluzioni standard per i video 4K. Lo standard Digital Cinema Initiatives per la risoluzione 4K nel settore della produzione di film e video è 4096×2160 pixel. Lo standard di risoluzione 4K per televisori e monitor è 3840×2160 pixel.

Requisiti di visualizzazione di base

I flussi di bit rate adattivi 4K richiedono tra 10 Mbps e 20 Mbps di larghezza di banda. Provider di servizi di streaming video online come Netflix richiedono una velocità di connessione a Internet di 25 Mbps o superiore per lo streaming di contenuti 4K.

Per visualizzare il contenuto a risoluzione 4K, è necessario un monitor 4K TV o 4K. La UHD Alliance, una coalizione composta da oltre 50 società tecnologiche, studi di intrattenimento e produttori di elettronica di consumo, ha annunciato una specifica ultra HD al Consumer Electronics Show per supportare l’adozione di video con risoluzione 4K. Questa specifica elenca le funzionalità che dovrebbero essere incluse nei dispositivi, come televisori e lettori Blu-ray, per garantire la compatibilità con altri contenuti e hardware 4K.

Per ricevere le specifiche, i dispositivi devono offrire:

-Una risoluzione di almeno 3840×2160 pixel o superiore;
-Profondità del colore a 10 bit, che consente di ottenere 1024 sfumature di ciascuno dei tre colori primari: rosso, verde e blu;
-High dynamic range (HDR) per la precisione del colore;
-Una combinazione di luminosità di picco e livello del nero superiore a 1.000 nits di luminosità di picco e inferiore a 0,05 nits di livello del nero o più di 540 nits di luminosità di picco e inferiore a 0,0005 nits di livello di nero.

Standard di risoluzione 4K e upscaling

Diversi codec e standard video supportano requisiti video 4K e larghezza di banda. H.265 è uno standard di compressione video approvato dall’International Telecommunication Union (ITU) nel gennaio 2013. H.265, noto anche come codifica video ad alta efficienza, è stato progettato per supportare video HD con risoluzioni fino a 8K. Incorpora codifica video scalabile e promette il doppio della compressione dei dati con lo stesso livello di qualità del suo predecessore, H.264, per una riduzione della larghezza di banda del 30-40%.

VP9, un codec di compressione video aperto e gratuito sviluppato da Google, è stato progettato per supportare lo streaming video 4K con una riduzione della larghezza di banda del 50%. È stato lanciato su YouTube per supportare lo streaming di video 4K ed è stato rilasciato ufficialmente a giugno 2013. Diversi browser Web, tra cui Google Chrome, Mozilla Firefox e Opera, supportano VP9. VP9 non ha visto la stessa diffusa adozione del settore come H.265, tuttavia, poiché è considerato meno efficiente.

Le immagini a risoluzione più bassa, come l’HD a 1080p, possono essere potenziate su televisori 4K e monitor 4K. Il miglior televisore 4k e dispositivi 4K includono hardware dedicato, come uno scaler video e algoritmi di elaborazione delle immagini, per aumentare il numero di pixel nelle immagini a bassa risoluzione. Scatole di upscaling dedicate che offrono una maggiore potenza di elaborazione rispetto all’hardware integrato nei TV 4K e nei monitor possono anche essere utilizzate per aumentare le risoluzioni più basse in 4K.

HDR è una specifica che espande la gamma di livelli luminosi e scuri mostrati su un dispositivo 4K. Espande la vivacità e la ricchezza dei colori per simulare la luminosità e l’oscurità del mondo reale.